Come recuperare dati da un disco rigido interno su Windows

Approvato da
21

recupero dati da hard disk internoIl tuo hard disk interno è una parte integrante del tuo computer. Se improvvisamente smette di funzionare, anche la tua capacità di accedere e aprire i file in esso contenuti viene meno. Pertanto, se ci sono dati che hai bisogno di recuperare, devi farlo rapidamente.

Esistono numerosi modi per recuperare i tuoi dati, dalla riparazione dell’hard disk e il trasferimento dei dati in autonomia fino a software specializzati che li recuperano per te. Continua a leggere per scoprire come recuperare i dati da hard disk interni.

Problemi comuni di perdita dati con dischi rigidi interni

Recuperare dati da un disco rigido può essere facile, ma dovresti prima comprendere i problemi (se presenti) di cui il tuo disco rigido è affetto per garantire che nessun dato venga perso durante il processo a causa di errori. Ecco alcuni dei problemi di perdita di dati più comuni che i dischi rigidi interni devono affrontare:

Problema Descrizione
📂 Formattazione delle partizioni non corretta Un errore durante la partizione di un disco rigido può portare alla perdita e all’inaccessibilità di un grande quantitativo di dati.
❌ Settori danneggiati I settori danneggiati si verificano naturalmente con l’invecchiamento del disco rigido, ma quando compaiono in grande numero, possono segnalare che il disco sta per guastarsi.
😧 Cancella dati per errore Gli errori capitano tutto il tempo. Mentre il Cestino può ripristinare i file più piccoli velocemente, spesso quelli più grandi lo saltano completamente.
🔌 Copia dei dati interrotta Interruzioni di qualsiasi processo di scrittura dati, come la perdita di corrente improvvisa o spegnimenti inattesi, lasceranno i dati in uno stato corrotto. Nei casi più gravi può persino risultare nella corruzione dell’intero file system.
💥 Problemi meccanici Problemi fisici, come l’usura nel tempo e il surriscaldamento, possono condurre al degrado graduale del disco rigido.

Le soluzioni che presentiamo per recuperare i dati dall’hard disk interno coprono una serie di situazioni di perdita di dati per assicurarci che una funzioni per te.

Come recuperare dati da un disco rigido interno

Il metodo di recupero che utilizzerai dipenderà dallo stato del tuo disco rigido. Abbiamo incluso metodi di recupero per ogni livello di perdita di dati qui sotto, che possono essere utilizzati anche per il recupero dati SSD.

Prima, ti mostreremo come recuperare dati persi o cancellati. In secondo luogo, esamineremo il recupero da computer con file di sistema Windows danneggiati che si rifiutano di avviarsi correttamente. Terzo, discuteremo la tua migliore opzione se il tuo hard disk ha subito danni gravi e non sei in grado di ripararlo da solo.

Scenario 1: Windows si sta avviando correttamente

Nei casi in cui hai perso file che non sono relativi al sistema operativo, puoi utilizzare software di recupero dati per cercare e recuperarli dall’hard disk interno. Per questo metodo, utilizzeremo Disk Drill, uno strumento di recupero dati che si specializza nel recuperare dati in situazioni come questa.

Il punto fondamentale è che dovresti evitare di installare o scrivere qualsiasi cosa sull’unità di memoria interna interessata. Invece, installa Disk Drill su un’altra unità interna o esterna.

  1. Scarica e installa Disk Drill.
  2. Seleziona l’unità interessata e clicca su Cerca dati persi.
  3. Clicca su Esamina gli elementi trovati una volta terminata la scansione.esamina file da hard disk interno
  4. Seleziona i file che vuoi recuperare. Apri il pannello di anteprima facendo doppio clic su un file. Puoi anche usare la colonna Probabilità di recupero per vedere quali file hanno maggiori probabilità di essere recuperati. Quando sei pronto, clicca su Recupera.seleziona file per il recupero
  5. Scegli la posizione di destinazione desiderata. Assicurati che non sia la stessa unità interessata. Clicca su Avanti.recupera file da hard disk interno

Questi stessi passaggi possono essere utilizzati in altre situazioni di recupero, come quando è necessario recuperare dati da un hard disk di un laptop. Tuttavia, recuperare dati da un vecchio hard disk non è sempre così semplice. Se Windows non si avvia correttamente, dai un’occhiata alla soluzione successiva.

Scenario 2: I file di sistema sono stati danneggiati e Windows non si avvia

Se il tuo disco fisso è funzionante ma alcuni dei tuoi file di sistema di Windows sono stati danneggiati, dovrai ripararli prima di poter accedere e recuperare i tuoi dati. Per fare ciò, devi entrare nell’Ambiente di Ripristino Windows (winRE) dove puoi eseguire la risoluzione dei problemi.

Per accedere a winRE, è necessario avviare da un USB o DVD avviabile contenente Windows e scegliere di riparare il computer. In alternativa, puoi seguire i passaggi per avviare direttamente da uno schermo nero o vuoto. Una volta che sei lì, puoi provare a risolvere il problema utilizzando per prima cosa le opzioni qui sotto:

  • Riparazione all’avvio – Uno strumento di diagnostica di base che scannerizza il tuo computer e tenta di risolvere automaticamente i problemi più comuni.
  • Impostazioni di avvio – Qui puoi avviare in Modalità Provvisoria. In Modalità Provvisoria, puoi rimuovere qualsiasi software o file sospetto che ritieni possa causare il problema.
  • Ripristino configurazione di sistema – Se disponi di un punto di ripristino configurazione di sistema, potresti provare a ripristinare il computer a un punto precedente nel tempo in cui funzionava correttamente.
  • Disinstalla aggiornamenti – Gli aggiornamenti recenti possono a volte causare più danni che benefici. Se sai che gli errori hanno iniziato a verificarsi dopo l’aggiornamento, prova a disinstallarli con questa opzione.

Se nessuna delle opzioni sopra indicate ha funzionato per te, ti mostreremo altri due metodi che puoi provare.

Ripara i file di sistema utilizzando il Prompt dei comandi

Il Prompt dei comandi ti consente di eseguire ulteriori strumenti di risoluzione dei problemi senza la necessità di entrare in Windows. Gli strumenti che utilizzeremo sono SFC e DISM. SFC (System File Checker) eseguirà la scansione dell’installazione di Windows e ripristinerà i file mancanti o danneggiati. DISM (Deployment Image Servicing and Management) è utilizzato per ottenere i file necessari per riparare quelli corrotti o danneggiati. Tieni presente che è richiesta una connessione internet, poiché ottiene questi file da Windows Update.

  1. Fai clic su Prompt dei comandi oppure avvia in Modalità Provvisoria con Prompt dei Comandi.Avvio nel Prompt dei Comandi.
  2. Digita sfc /scannow. Premi Invio.Esecuzione del comando SFC.
  3. Digita DISM.exe /Online /Cleanup-image /Restorehealth. Premi Invio.Esecuzione del comando DISM.

Esegui il backup del disco rigido e reinstalla Windows

A volte è semplicemente necessario fare una nuova installazione di Windows per tornare operativi. Anche se può essere un processo faticoso, in alcuni casi può essere l’unica opzione valida disponibile.

  1. Rimuovi l’hard disk interno dal tuo computer.
  2. Collegalo a un altro computer e esegui un backup completo dell’unità. Puoi fare ciò usando la funzione di backup byte-per-byte di Disk Drill.
  3. Rimettelo nel tuo computer e reinstalla Windows.

Scenario 3: Il disco è danneggiato o corrotto

Il software di recupero dati e gli sforzi di risoluzione dei problemi possono fare solo fino a un certo punto per recuperare dati da un disco rigido interno danneggiato. Nei casi in cui l’unità interna è stata danneggiata fisicamente a causa dell’uso prolungato mentre si surriscaldava o per usura generale, la tua opzione più sicura è utilizzare un servizio di recupero dati.

Un servizio di recupero dati è tipicamente l’opzione più costosa, ma per un buon motivo poiché ha la più alta possibilità di recuperare i tuoi dati in modo sicuro. Gli specialisti del recupero dati utilizzano hardware e tecniche a livello industriale per recuperare dati dai dischi rigidi di laptop e computer desktop, restituendoteli su un dispositivo di archiviazione sano e funzionante.

Come prevenire la perdita di dati da un disco rigido interno

Indicatori come un disco rigido che si blocca possono essere segni anticipatori di qualcosa di più preoccupante. Per evitare di trovarti a dover passare potenzialmente ore in recupero dati e risoluzione dei problemi, dai un’occhiata a questi consigli per aiutare a prevenire la perdita di dati:

  • 💽 Esegui il backup dei tuoi dati – Senza alcun dubbio, effettuare il backup dei tuoi dati è il miglior modo per proteggerli. Avere una copia funzionante ti permette di ripristinare facilmente file persi o danneggiati ed evitare il processo a volte gravoso di recupero dati.
  • 🩺 Monitora i dati S.M.A.R.T. – Il tuo disco rigido è in grado di segnalare il proprio stato di salute attraverso i dati S.M.A.R.T. (Self-Monitoring, Analysis, and Reporting Technology). Monitorare questi dati ti permette di agire sui primi segni di degrado. Considera di utilizzare il tool gratuito di monitoraggio S.M.A.R.T. incluso in Disk Drill.
  • Spegni in modo sicuro – Interrompere le operazioni del disco rigido, specialmente quelle che implicano la scrittura di dati sul disco, può causare la corruzione dei tuoi file o del file system. Prenditi sempre il tempo necessario per spegnere correttamente il computer.

  • Dedicando tempo a fare quanto sopra, potresti potenzialmente prolungare la durata del tuo disco rigido e ridurre attivamente le possibilità che si verifichi un evento di perdita di dati.

    Conclusione

    I dischi rigidi interni possono incontrare problemi in qualsiasi momento. In tali eventi, la tua prima reazione dovrebbe essere quella di recuperare tutti i dati che puoi. Se riesci ad avviare Windows, recupera i tuoi dati utilizzando un programma di recupero dati su un dispositivo di archiviazione sicuro. Se non riesci ad avviare Windows, utilizza la suite di strumenti di risoluzione dei problemi disponibili nell’Ambiente di Ripristino di Windows per riparare il danno e fare un backup sicuro dei tuoi dati.

    Se non riesci a riparare il danno o a recuperare i dati da solo, contatta un servizio di recupero dati per far gestire la situazione da un team di professionisti. Una volta recuperati i dati, effettua dei backup in modo da poterli ripristinare facilmente se dovesse accadere nuovamente qualcosa di simile.

Avatar photo
Jordan Jamieson-Mane è un'autore di contenuti con un interesse appassionato per la tecnologia, spesso produce contenuti relativi a hardware, recupero dati e elettronica di consumo. Quando non scrive, scopre musica e lavora ai suoi siti web personali.
Approvato da
12 anni di esperienza nello sviluppo software, amministrazione di database e riparazione hardware.
0 COMMENTS
This field is required
This field is required
We respect your privacy; your email address will not be published.

We respect your privacy; your email address will not be published.

You have entered an incorrect email address!
This field is required